Anteprime

Marchionne: sì al SUV e all’elettrica Ferrari

Al Salone di Detroit il CEO di FCA ha confermato l'arrivo della Sport Utility e il progetto di un'elettrica del Cavallino

North American International Auto Show

In questi giorni al Salone di Detroit c’era anche Sergio Marchionne. E il numero uno del Gruppo FCA ha ufficializzato quello che tutti temevano, ma che in fondo volevano sentirsi dire. Ferrari farà un SUV, e probabilmente anche un’elettrica.

La prima sport utility del Cavallino arriverà nel 2020, è stata fissata anche la data, e stando a quanto detto dal CEO italo canadese non bisogna aspettarsi qualcosa di simile a ciò che già c’è sul mercato, si tratterà, ha detto, di una “Fuv” ossia un “Ferrari Utility Vehicle”.

Mentre sulla super car a zero emissioni Marchionne è stato più che altro possibilista affermando:

Se qualcuno farà una supercar elettrica, la Ferrari sarà la prima: la faremo, è un atto dovuto”.

Egli stesso ha ammesso che, secondo i dati degli analisti, nel 2025 la metà delle auto saranno elettrificate. Se fino a pochi anni fa, quindi, il leader del Gruppo Fiat Chrysler era scettico sulla mobilità “verde”, ora inizia a ripensarci.

La strada verso l’obiettivo Ferrari di 10.000 unità all’anno prosegue a buoni ritmi e l’arrivo del primo SUV tra le ‘rosse’ è atteso già nei prossimi anni, accompagnato da nuove meccaniche ibride che serviranno anche ad abbassare le emissioni globali del marchio.

«Il nuovo piano includerà le auto ibride, quindi partire da lì per arrivare all’elettrico è facile».  

Ha detto il manager italo canadese.

La prima elettrica targata Ferrari deriverà proprio dalle tecnologie e dall’esperienza che il marchio di Modena accumulerà proprio con queste ibride. Ma, nonostante le parole di Sergio Marchionne da Detroit, dovremo aspettare ancora diversi anni per vedere su strada la prima Ferrari elettrica.

Anteprime

Marchionne ammette l'ipotesi di una Ferrari crossover

L'Amministratore Delegato parla di un modello inedito ma differente dalle solite Sport Utility