Anteprime

Subaru WRX STI: addio o arrivederci?

La Viziv Performance concept potrebbe anticipare una futura erede della berlina sportiva giapponese

Come annunciato qualche settimana fa, la Subaru WRX STI si avvia verso il pensionamento. La Casa giapponese ha infatti annunciato che su diversi mercati, tra cui anche quelli europei, la berlina sportiva uscirà di scena il prossimo anno. Questo però, ci auguriamo, non dovrebbe significare necessariamente l’addio definitivo a questa gamma, o la sua trasformazione in SUV, come avvenuto, o avverrà, per le Mitsubishi Eclipse e Evo…

Di fatto, allo scorso Salone di Tokyo, Subaru ha svelato la Viziv Performance, una concept car che potrebbe anticipare la futura erede della WRX. Secondo Mamoru Ishii almeno il design di questo prototipo ha riscosso un esito positivo da parte del pubblico e proprio questo nuovo linguaggio stilistico darà forma alla prossima WRX, che, annuncia, molto probabilmente, sarà spinta da una meccanica ibrida plug-in.

“Quest’auto”, ha detto Mamoru Ishii ai microfoni della rivista inglese Autocar, “genera grandi aspettative dentro e fuori la nostra compagnia”.

Rispetto alle nuove tecnologie, poi, il Chief Designer di Subaru ha detto:

“La guida autonoma e la connettività sono inevitabili ma non è esattamente ciò che cercano tutti i nostri clienti, molti continuano a mettere al primo posto il piacere di guida e proprio questa è la strada che stiamo esplorando”.

Insomma, sulla futura Subaru WRX la guida autonoma non toglierà il protagonismo al guidatore, anche se, inevitabilmente, verranno introdotti alcuni dei sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione, come ad esempio l’EyeSight già presente su alcuni modelli Subaru.

Destinata all’elettrificazione

Dal punto di vista meccanico il 2.5 litri turbo dell’attuale WRX STI, per quanto possa appagare gli amanti della guida sportiva, non ha futuro in Europa, viste le regolamentazioni sulle emissioni nel Vecchio Continente. A Subaru, perciò, non rimane altra strada che l’elettrificazione. E siccome la futura Subaru WRX adotterà, molto probabilmente, la Subaru Global Platform, la soluzione ibrida, almeno sulla carta, ha la strada spianata.

Mamoru Ishii ha assicurato che la motorizzazione non è uno degli elementi irrinunciabili per i clienti della WRX.

“La presa d’aria sul cofano, i passaruota ben rimarcati e la trazione integrale sono imprescindibili, ma rimangono aperti a quasi qualsiasi tipo di motorizzazione, purché garantisca prestazioni all’altezza di questa gamma”.

News

Addio Subaru WRX STI

Annunciata la fine della produzione per l'Europa della berlina sportiva a trazione integrale