News

Audi: ottenuti i permessi per le prove dei taxi volanti

La Casa tedesca insieme ad Airbus per la mobilità urbana del futuro

Audi, Italdesign and Airbus combine self-driving car and passeng

Audi fa un passo in avanti nel suo cammino verso i taxi volanti. Sembra un film di fantascienza, ma è la realtà. La marca dei Quattro Anelli ha iniziato il progetto Mobilità Aerea Urbana che prenderà il via nella città tedesca di Ingolstadt, in collaborazione con le amministrazioni del paese.

Audi ha firmato infatti un accordo con la Cancelleria federale tedesca ottenendo il semaforo verde per le prime prove dei taxi aerei, anche se il primo vero passo sarà la realizzazione di un modello operativo. Insieme ad Airbus, così, la Casa tedesca darà al sua risposta ad Uber che, dal suo centro di sviluppo di Parigi, porta avanti la sua corsa al cielo. La famosa app investirà 20miliardi di euro nei prossimi 5 anni per sviluppare algoritmi di intelligenza artificiale, di controllo del traffico aereo e altre tecnologie necessarie.

Al Salone di Ginevra 2017 Airbus aveva presentato, insieme ad Audi e con la partecipazione di Italdesign, il prototipo Pop.Up Next. L’auto/drone ha una struttura modulare che le permette di dividersi in tre parti autonome e indipendenti. La prima è quella della cabina in cui viaggiano i passeggeri, lunga 2,5 metri per 1,4 metri di larghezza. In più ci sono due moduli di trasporto no con ruote per muoversi su strada, con 100 km di autonomia elettrica, e un altro con otto eliche per il trasporto aereo, con un’autonomia di volo di 100 km e una capacità di ricarica in soli 15 minuti.

Salone di Ginevra 2018

Audi Pop.Up Next: la city car prende il volo

Un progetto in collaborazione tra la Casa di Ingolstadt, Airbus e Italdesign