News

Honda Civic Type R, nuovo record a Silverstone

La vettura sportiva ha infranto il record dello scorso anno. Al volante c'era il pilota Matt Neal

Arriva un nuovo record su pista per la Honda Civic Type R. Dopo i due successi sui circuiti di Magny-Cours e Spa-Francorchamps, la versione di serie di questa berlina a trazione anteriore e ad alte prestazioni ha segnato un nuovo record sul giro di 2 min e 31,32 secondi a Silverstone, il circuito che ospita il GP del Regno Unito, battendo il tempo di riferimento stabilito sempre dalla Civic Type R nell’edizione 2016 della Type R Challenge. Al volante della sportiva c’era il tre volte campione del British Tourism Car Championship Matt Neal, attualmente impegnato nell’edizione 2018 del campionato britannico su una Honda Civic Type R per la scuderia Halfords Yuasa Racing.

Un circuito da 5,89 km

Il GP di Silverstone si svolge su un entusiasmante circuito di 5,89 km caratterizzato da rettilinei e curve ad alta velocità che richiedono una precisione millimetrica a chi è al comando della vettura. Grazie all’incredibile spinta del motore TURBO VTEC da 2.0 litri, Civic Type R ha mostrato prestazioni che Neal ha saputo sfruttare al massimo sui rettilinei e nelle accelerazioni veloci in uscita dalle curve ad angolo stretto. Tra i piloti reclutati per battere il record al volante di Type R Challenge 2018 sui prossimi circuiti, l’ex-campione del mondo di Formula 1 e attuale pilota dell’NSX Super GT Jenson Button (Regno Unito) e il pilota di WTCR Tiago Monteiro (Portogallo).

Punti di forza della Type R? “Tanti, non uno solo”

In riferimento al giro record, Matt Neal ha commentato: “Il vantaggio di Type R, per me, è evidente nelle curve ad alta velocità ed è offerto dalla stabilità, frutto della perfetta unione tra aerodinamica e nuovo sistema di sospensioni avanzato. Curve come la Copse e la Stowe al termine del rettilineo dell’Hangar possono essere affrontate a velocità elevate con la massima sicurezza”. Parlando di Type R, Neal ha aggiunto: “A rendere Type R la migliore della categoria, non è un unico fattore ma tanti! La piattaforma è stata completamente riprogettata e Honda ha esaminato attentamente ogni aspetto migliorandolo: la stabilità offerta dalle sospensioni multi-link, l’aerodinamica, il centro di gravità, la risposta data al pilota attraverso lo sterzo, la potenza in uscita del motore. È un passo avanti in tutte le direzioni”.