Auto Sportive

Auto sportive usate- BMW M5 E60

Una delle M5 più belle di tutti i tempi al prezzo di una compatta sportiva

di Francesco Neri -

Sono passati ben quattordici anni dal lancio della BMW M5 E60, una delle più incredibili berline sportive mai create. Downsizing ed emissioni erano parole sconosciute in quegli anni, così BMW decise di infilare un motore V10 aspirato sotto il cofano della stupenda berlina disegnata da Chris Bangle. La E60 rappresenta la quarta generazione di BMW M5 ed è anche quella che monta il motore più grosso e il maggior numero di cilindri.
Ma con se portava altre tante novità: il cambio sequenziale robotizzato a 7 rapporti (utilizzabile sia in modalità automatica, sia manuale) con 5 modalità diverse, dalla più dolce alla più sportiva; lo sterzo attivo ASC (che modifica la demoltiplicazione in base alla velocità) e il sistema che “toglie” potenza per quando si guida tranquilli, limitando il motore a 400 CV invece di 500 CV.
È anche l’unica BMW M5 della storia ad essere stata prodotta in versione Touring (station wagon), con lo stesso motore e la trazione posteriore.

TECNOLOGIA DA F1

A parere mio, la BMW M5 E60 è invecchiata come il vino. La matita di Chris Bangle ha tracciato delle linee azzardate, ma col passare degli anni si sono rivelate senza tempo. Insomma, è invecchiata bene. Ma quel che più la rende esotica è il suo cuore a 10 cilindri: il V10 della E60 è un 5,0 litri aspirato capace di produrre 507 CV a 7.750 giri. È un motore davvero pazzesco. Basamento e testate sono in alluminio, la lubrificazione è affidata a due pompe dell’olio mentre la gestione elettronica è affidata ai dispositivi Vanos e Valvetronic.
È un’auto velocissima anche per gli standard odierni: i dati parlano di uno 0-100 km/h in 4,5 secondi e di 250 km/h di velocità massima (limitati elettronicamente).

M-EXPERIENCE

Amo le super-berline sportive, sono auto complete. Puoi andarci al mare o far la spesa, ma se le porti in pista si sentono a loro agio allo stesso modo. Questa più di altre. Il motivo principale è proprio il suo motore: dà il meglio di sé lo dà agli alti regimi, quindi occorre spazio per farlo cantare, e quando si arriva al limitatore in terza marcia si sta viaggiando a velocità supersoniche.
E poi c’è la trazione posteriore, ingrediente goloso in pista, che vi permette di dare libero sfogo alle vostre fantasie e di trasformare gli pneumatici posteriori in fumo.
L’auto è davvero bilanciata e facile anche con i controlli disinseriti, merito di un telaio in alluminio e di un’ottima distribuzione dei pesi. Offre un’esperienza di guida immersiva ed eccitante, con la ciliegina sulla torta di una colonna sonora selvaggia e quasi fuori luogo per una berlina.

PREZZO E COSTI

Gli esemplari che vanno dal 2005 al 2008 si trovano a poco più di 20.000 euro, mentre quelli più recenti (gli ultimi sono stati prodotti nel 2010) arrivano a 35.000 euro. È un prezzo davvero basso considerando il tipo di auto – è davvero moderna ed attuale -, il problema sono i consumi e i costi di gestione. Tra questi ci sono i consumi elevati (molto elevati) e i problemi di affidabilità del cambio, da sempre molto delicato. In compenso i modelli di vecchi di 10 anni godono di uno sconto del 70% sul superbollo.