Auto Sportive

Auto Sportive – De Tomaso Guarà

La De Tomaso Guarà è stata supercar della Casa modenese, vediamola nel dettaglio

di Francesco Neri -

È stata prodotta per quasi dieci anni: la De Tomaso Guarà è una supercar figlia degli anni ’90. La Casa costruttrice modenese l’ha presentata nel 1993 come erede della De Tomaso Pantera, una sportiva pensata per le competizioni. La Guarà non è nata per questo, ma rimane un’auto pura e ostica. Il suo look è particolare: il muso lungo con i fanali nascosti ricorda quello della Mazda Rx-7 mentre il posteriore colmo di linee orizzontali ha un qualcosa della Bugatti EB110.
Dal vivo è ancora più bassa e “quadrata” di quanto non sembri in foto: con 4,2 metri di lunghezza, 2 di larghezza e appena 1,2 di altezza, la Guarà ha davvero una bella presenza.
Dentro invece c’è molto anni ’80: forme squadrate, tanta pelle e pochi strumenti. Una sportiva molto old school, da questo punto di vista.

LEGGERA E VELOCE

Il telaio della De Tomaso Guarà è in alluminio mentre la scocca è un mix di fibra di vetro e kevlar; questo fa sì che l’ago della bilancia si fermi a poco più di 1.000 kg (1.050 per la barchetta e 1.200 per la Coupé). Lo schema delle sospensioni – di tipo push road – deriva direttamente dalle vetture da corsa; aa quel che più importa è che la De Tomaso Guarà ha “buon cuore”, anzi, più di uno.
I primi esemplari montavano un motore V8 BMW 4.0 litri da circa 300 CV abbinato ad una cambio manuale Getrag, mentre gli esemplari dal 1998 in poi vennero equipaggiati con un più rude ed economico V8 Ford da 4,6 litri dalla potenza di 305 CV (320 CV nelle versioni più moderne); il cambio di queste nuove versioni fu sostituito da uno ZF.
Il V8 Ford era più coppioso e virile, ma anche più pesante: il peso totale della vettura è passato infatti da 1200 a 1400 kg, con ovvie conseguenze sulla guidabilità.
La trazione posteriore e l’assenza di controllo tra l’altro richiedevano una guida ferma e delle mani capaci.
Notevoli anche le prestazioni: 0 – 100 km/h in meno di 5 secondi e 270 km/h di velocità massima.
Purtroppo sono stati costruiti pochi esemplari ed è davvero raro trovarne una usata.