Tuning

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio by Romeo Ferraris

La berlina arrabbiata del Biscione con quasi 600 CV

Il tuner lombardo Romeo Ferraris ha presentato la sua elaborazione della top di gamma di Casa Alfa Romeo, la Giulia Quadrifoglio.

Body kit in carbonio

Esteticamente la berlina arrabbiata del Biscione riceve un body kit estetico in fibra di carbonio che include un nuovo splitter anteriore, specchietti retrovisori specifici, maniglie porta dedicate, terminali di scarico anch’essi in fibra di carbonio. Il materiale ultra leggero è stato usato anche all’interno dell’abitacolo per il volante, la plancia e i pannelli porta. Completano il quadro i cerchi OZ Hyper GT HLT da 20 pollici e le sospensioni Bilstein.

Upgrade da +88 CV

Ma sotto il cofano della Giulia Quadrifoglio di Romeo Ferraris sono stati fatti i ritocchi più interessanti. Il V6 biturbo da 2,9 litri di origine Ferrari ( di serie 510 CV e 600 Nm di coppia), è stato ottimizzato con un aggiornamento dell’elettronica e un nuovo impianto di scarico firmato Ragazzon. Sulla carta l’incremento di potenza arriverebbe a 88 CV aggiuntivi e 140 Nm in più rispetto alla versione di serie. Il che si tradurrebbe in performance migliorate, con lo sprint da 0 a 100 coperto in 3,5 secondi e una velocità massima di 317 km/h.

Foto

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

La berlina tre volumi arrabbiata del Biscione