Primo contatto

Citroen C3 Aircross, il valore aggiunto del Grip Control (sulla neve)

Abbiamo provato il nuovo B-SUV del marchio francese sul Passo del Tonale per testare l'efficacia del sistema Grip Control

di Francesco Irace -

Nonostante sia arrivata sul mercato solo ad ottobre 2017, la nuova Citroen C3 Aircross è già una vettura di gran successo. È il secondo modello della Casa francese – dopo la C3, da cui deriva tra l’altro – più venduto in Italia, e anche in Europa ha già raggiunto 50.000 clienti. D’altronde quello dei B-SUV è un segmento che continua a crescere senza sosta, invitando tutte le Case automobilistiche a svelare necessariamente le proprie carte. I punti vincenti della nuova C3 Aircross – come vi abbiamo raccontato nel corso della prima prova su strada – sono sicuramente il look moderno, la ampia capacità di personalizzazione, una elevata modulabilità dell’abitacolo (con eccellenti capacità di carico), sicurezza, tecnologie moderne e una vasta gamma di motori, tutti molto efficienti.

Citroen C3 Aircross - Passo del Tonale

Una prova inedita

Ma la nuova C3 Aircross ha anche un altro asso nella manica. Si chiama Grip Control con Hill Descend Assist ed è un pacchetto elettronico che rende il SUV compatto del Double Chevron capace di affrontare anche il fuoristrada leggero, fondi scivolosi e strade innevate. Per testarne l’efficacia siamo andati sul Passo del Tonale, quasi a 2.000 metri, dove le temperature erano tutt’altro che primaverili e una distesa di neve ha fatto da palcoscenico alla nostro insolito test. Chiariamo innanzitutto che, per quanto evoluto, un sistema elettronico non può certo sostituirsi alle quattro ruote motrici, pertanto la C3 Aircross non va paragonata a competitor dotate di trazione integrale. Tuttavia, questo sistema è capace di garantire performance sorprendenti dove probabilmente qualsiasi altra auto equipaggiata con una tradizionale trazione anteriore andrebbe in difficoltà. Dunque, rappresenta senza dubbio un importante e prezioso valore aggiunto: è disponibile in opzione con un costo che varia tra i 500 e i 700 euro in funzione dell’allestimento scelto.

Come funzionano Grip Control ed Hill Assist Descend

Il dispositivo Grip Control è abbinato a pneumatici all season ed entra in funzione automaticamente quando rileva anomalie nella trazione, oppure manualmente quando si agisce sul selettore presente sulla plancia. Oltre alle modalità Standard e ESP OFF (quindi con controlli elettronici disinseriti), è possibile scegliere tra le opzioni sabbia, fuoristrada e neve. Sebbene su ciascun terreno cambino leggermente i parametri di intervento elettronico, il funzionamento del Grip Control può essere così sintetizzato: esso gestisce la coppia ripartendola su una ruota piuttosto che sull’altra, in modo da consentire alla vettura di cavarsela anche quando il grip (appunto) è precario; sulla neve, ad esempio, il sistema trasferisce maggiore coppia alla ruota che in quell’istante ha maggiore impronta a terra. E non finisce qui. Perché a questo sistema è abbinato l’Hill Assist Descend – azionabile attraverso un apposito tasto – che aiuta a mantenere il veicolo a velocità ridotta (3 km/h) anche su forti pendenze, lasciando al guidatore il solo onere di gestire il volante. Un aiuto importante su discese e salite dove una perdita di aderenza potrebbe comportare un effetto “slittino”.

Motori diesel e benzina, con prezzi a partire da 15.500 euro

Caratterizzata da un’ampia capacità di personalizzazione (85 combinazioni di colori disponibili), da un pacchetto elettronico di sicurezza evoluto (tra cui spiccano Active Safety Brake, riconoscimento dei limiti di velocità, sorveglianza dell’angolo morto e avviso di superamento involontario della linea di carreggiata) e un sistema di infotainment compatibile con AndroidAuto, Apple CarPlay e MirrorLink, la nuova Citroen C3 Aircross è commercializzata in abbinamento a motori benzina e diesel. Nel primo caso si spazia dal 1.2 da 82 CV al PureTech da 110 e da 131 CV. Tra i diesel troviamo invece il BlueHDi da 100 e da 120 CV. I prezzi sono infine compresi tra i 15.500 e i 22.500 euro, con tre allestimenti previsti (Live, Feel e Shine), ma per portarsi a casa una versione bene accessoriata bastano meno di 20.000 euro.