Primo contatto

Nuova Kia Ceed 1.6 CRDI 136 CV, le nostre impressioni

Abbiamo guidato la nuova Kia Ceed con il motore diesel da 136 CV

di Francesco Neri -
PIACERE DI GUIDA
Sterzo, cambio (automatico) e dinamica di guida sono migliorati molto, tra le curve ha un temperamento sportivo
COMFORT
La nuova Ceed è molto ben insonorizzata, ma le sospensioni sono piuttosto rigide
PREZZO E COSTI
Il prezzo è competitivo: si parte da 19.750 euro con una dotazione di serie soddisfacente. Ci sono 7 anni di garanzia.

La Kia Ceed giunge alla terza generazione e finalmente, possiamo dirlo, raggiunge la forma che avrebbe sempre dovuto avere. La compatta del segmento C ora è europea a tutti gli effetti: la sagoma e le linee solleticano molto i gusti del vecchio continente, mentre la produzione avviene nello stabilimento di Zilina. Due per ora le versioni: berlina (compatta) e station wagon, ma al Salone di Parigi è stata presentata anche una versione shooting brake che arriverà prossimamente.

COM’È

La Kia Ceed è nuova tutta: telaio nuovo (più rigido del 30% e più leggero del 7%), nuovi ammortizzatori, nuovo sterzo. Una nuova dinamica di guida.
Leggermente più lunga (+4,31 cm) e un dito più bassa (-2,3 cm), la Kia Ceed appare più filante, pulita e muscolosa. La fiancata è stata scolpita, gli sbalzi sono stati allungati, e sia all’anteriore che al posteriore ci sono più muscoli e linee dritte che “schiacciano” l’auto a terra. La Kia Ceed Station Wagon è cresciuta ancora di più, e grazie ai 9,5 cm extra di lunghezza (rispetto alla sw precedente) vanta un’impressionante capacità di carico di 625 litri.
Anche la Ceed berlina fa molto bene, e con 395 litri di bagagliaio e una soglia d’accesso più bassa si colloca ai vertici del segmento C.
Capitolo interni: finiture e materiali sono di buona fattura e la plancia è semplice e pulita, ma non il design è un po’ prudente e non all’altezza di quello degli esterni, così come qualche plastica dura risulta ancora migliorabile.

AL VOLANTE DELLA 1.6 CRDI

La versione della Kia Ceed che ho provato durante il test è la 1.6 CRDI da 136 CV con cambio automatico a 7 rapporti DCT. Fin dai primi metri si percepisce che la nuova Ceed è un’auto più agile, coesa, solida. Il rumore del 4 cilindri diesel è smorzato anche agli alti regimi e la posizione di guida è corretta e sportiva. Il motore ha un po’ di ritardo nella risposta, ma ripaga con una spinta vigorosa e soprattutto spalmata per tutto l’arco di giri.

A sorprendermi è soprattutto lo sterzo: preciso, “vivo” e anche molto diretto, ma soprattutto in armonia con un telaio ottimo anche per la guida sportiva. Come piacere di guida, in questo senso, si colloca tra le migliori della sua categoria. Questo però compromette – leggermente – il comfort su buche e dossi; nulla di grave, ma ci sono rivali ben più “soffici”. Anche il cambio doppia frizione DCT lavora bene, e anche se non è il più rapido in circolazione, è un ottimo compromesso tra velocità e fluidità di marcia.
Non ho potuto guidarla a lungo per avere un’idea dei consumi reali, ma la Casa dichiara una media di 4,1 /100 km nel misto.

MOTORI E VERSIONI

La Kia Ceed è disponibile con le motorizzazioni 1.0 T-GDI 100 CV, 1.4 T-GDI turbo benzina da 140 CV e diesel 1.6 CRDI da 115 Cv e 136 Cv di potenza, sia con cambio manuale a 6 marce che con cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti DCT.
I prezzi partono da 19.750 euro nell’allestimento Pure (che include cerchi in lega, schermo da 7”, fari a LED e cruise control), da 22.500 euro nell’allestimento Business Class e da 26.000 euro nell’allestimento top di gamma Evolution.