Primo contatto

Opel Combo 1.5 Turbo Diesel 130 CV EAT8

Abbiamo provato la nuova generazione di B-Van di Casa Opel, mai così tecnologico e versatile

di Francesco Neri -
COMFORT
Ben insonorizzato, infarcito di aiuti alla guida e molto spazioso.
PIACERE DI GUIDA
Il cambio EAT8 lavora benissimo e il motore ha il giusto tiro. Lo sterzo è leggero e non affatica, mentre l’assetto è morbido e invoglia ad una guida rilassata.
PREZZO E COSTI
I prezzi partono da 21.400 euro, ma fino al 31 di ottobre il prezzo di lancio è di 16.900 euro. Ottimi i consumi del 1.5 diesel da 130 CV, che si fermano a 4,3 l/100 km nel ciclo combinato.

Più macchina che furgone: l’Opel Combo infatti non è un van convertito a veicolo per famiglie, ma il contrario. Nasce dalla piattaforma EMP2 (utilizzata da altre vetture Opel e PSA), una piattaforma pensata per le auto, e alla guida si sente; ma non è solo questa caratteristica a rendere la Opel Combo diversa dalle sue concorrenti. Di tecnologia, a bordo, ce n’è tanta: i sistemi di assistenza alla guida sono tantissimi e alcuni addirittura esclusivi in questo segmento. Troviamo l’head up display, il sistema di mantenimento della corsia, il cruise control adattivo che legge la segnaletica stradale, la frenata automatica d’emergenza con il riconoscimento dei pedoni, i sensori laterali, l’assistenza al parcheggio e la telecamera posteriore con visuale a 180 gradi.
Molto curata anche per quanto riguarda gli interni e il comfort di guida: ci sono il sistema d’infotainment con schermo da 8”, la ricarica wireless per il telefono, i sedili e il volante riscaldabili, il tetto panoramico con plafoniere LED e porta oggetti integrati, e ben 28 cassetti dove poter riporre tutti gli oggetti che volete.
Capitolo spazio: la versione lunga 4,4 metri (disponibile a 5 o a 7 posti) ha una capacità di carico che va dai 597 ai 2126 litri, mentre quella da 4,75 metri vanta un bagagliaio che va dai 680 ai 2693 litri.

COME SI GUIDA

La versione di Opel Combo che abbiamo provato è la 1.5 turbo diesel da 130 CV abbinata al cambio automatico EAT8. L’abitacolo è arioso e vanta un design “da auto”, non certo da “furgoncino”. Anche la qualità dei materiali è buona e la posizione di guida è corretta. Il motore quattro cilindri ha un buon tiro ed è poco rumoroso, e senza dubbio il cambio automatico EAT8 contribuisce non poco a sfruttare sempre la zona giusta del contagiri. Anche lo sterzo ci è sembrato buono, anche se un po’ “vuoto” nel primo quarto, ma è leggero e vanta pure i paddle per cambiare le marce manualmente, nel caso vi venga voglia di prendere in mano la situazione.
Morbido l’assetto, chiaramente votato al comfort e poco alla guida “allegra”, ma giusto così.

VERSIONI E MOTORIZZAZIONI

La gamma Opel Combo in Italia si divide in due versioni: Advance e Innovation. La prima di serie dispone già di tutti i sistemi tecnologici di sicurezza, mentre la versione Innovation aggiunge il tetto panoramico, i 3 sedili posteriori individuali (con isofix) i vetri posteriori oscurati e il lunotto posteriore apribile. Due i motori: un 1.2 tre cilindri turbo benzina da 110 Cv e un 1.5 diesel da 75, 102 e 130 Cv di potenza; entrambi i motori sono abbianbili al cambio manuale a 6 rapporti o al cambio automatico a 8.

PREZZI

I prezzi partono da 21.400 euro per la versione 1.2 turbo benzina da 110 CV, ma fino al 31 di ottobre il prezzo di lancio è di 16.900 euro. La versione lunga (XL) costa 1.200 euro in più, mentre per il cambio automatico ce ne vogliono altri 1.500.

Lunghezza
4,4 metri (4,75 XL)
Bagagliaio
597 ai 2126 litri (680 ai 2693 litri XL)
Motore
1,499 cc turbo diesel
Potenza
130 CV a 3750 giri
Coppia
300 Nm a 1750 giri
0-100 km/
11,4 secondi
Velocità massima
184 km/h
Consumi
4,5-4,3 l/100 km
Prezzo
a partire da 21.400 euro (16.900 euro fino a fine ottobre)