Primo contatto

Renault Scenic TCe 140, ecco come va il nuovo motore benzina 1.3

Il propulsore sviluppato dall'Alleanza insieme a Daimler debutta inizialmente su Scenic e Grand Scenic, per poi arrivare su gran parte della gamma

di Francesco Irace -

Piacere di guida, coppia più elevata e migliore efficienza. Sono questi i punti di forza del nuovo motore 1.3 TCe sviluppato dall’Alleanza (Renault, Nissan, Mitsubishi) insieme a Daimler (dopo quattro anni di duro lavoro) che debutta su Renault Scenic e Grand Scenic. Sarà prodotto in quattro Paesi (Spagna, Germania, Regno Unito e Cina), in cinque fabbriche differenti e sarà venduto in Europa, Russia, Brasile, Cina, Giappone e Corea del Sud. Ulteriori commercializzazioni sono previste in Africa, Medio Oriente e India, e le previsioni sono di vendere un milione di motori all’anno.

CS- Il nuovo rivoluzionario motore benzina 1.3l TCe su Scénic
Credits: CS- Il nuovo rivoluzionario motore benzina 1.3l TCe su Scénic

Tre step di potenza, per coprire le esigenze di quasi tutta la gamma

Atteso più avanti su gran parte della gamma Renault (su segmenti B-C-D), il nuovo motore benzina 1.3 TCe viene proposto inizialmente, in sostituzione del 1.2, sulle due monovolume moderne del marchio francese in tre livelli di potenza: 115 CV, 140 CV e 160 CV, con cambio manuale a sei marce o con la trasmissione a doppia frizione EDC a sette velocità (per la prima volta su Scenic TCe). Il primo livello di potenza da 115 CV, offre una coppia massima di 220 Nm a 1.500 giri/min con trasmissione manuale. Sulla versione da 140 CV la coppia massima sale a 240 Nm a 1.500 giri/min con trasmissione sia manuale che automatica EDC, per raggiungere i 260 Nm a 1.750 giri/min sulla versione 160 con manuale e i 270 Nm con l’automatico EDC. Sul fronte dei consumi il risultato medio è una riduzione del 5,5% dei consumi e una riduzione di 7g/km delle emissioni su Scenic e rispettivamente dell’8% e di 11g/km su Grand Scenic.

Rivestimento dei cilindri della Nissan GT-R

Il Bore Spray Coating, innovativo sui motori di serie Renault, dimostra la portata rivoluzionaria del nuovo motore. È una tecnologia di rivestimento dei cilindri ripresa dal motore della Nissan GT-R, che migliora l’efficienza riducendo gli attriti e ottimizzando la conduttività termica. Altre tecnologie migliorano il piacere di guida e riducono i consumi e le emissioni di CO2: l’iniezione diretta di benzina con pressione portata a 250 bar e la nuova camera di combustione, progettata per ottimizzare la miscela aria/carburante. Infine, la tecnologia Dual Variable Timing Camshaft, che gestisce le valvole di aspirazione e di scarico in funzione delle sollecitazioni del motore, migliora la coppia sia ai bassi che agli altri regimi.

Motore brillante, silenzioso ed efficiente

Al volante della Scenic il motore da 140 CV abbinato al cambio EDC, che abbiamo provato tra le colline a sud di Firenze, si è rivelato estremamente valido. È silenzioso e ha una spinta in basso che non ha nulla da invidiare ai diesel. Allunga bene, l’erogazione è sempre piacevole e corposa, e rende la Scenic scattante il giusto e molto bella da guidare. Se trattato con parsimonia, come farebbe un “buon padre di famiglia”, garantisce anche consumi piuttosto contenuti. Insomma è una validissima alternativa da prendere in considerazione, soprattutto nell’ottica di un mercato che in Europa vede crescere la preferenza dei benzina rispetto ai diesel in modo importante.

I prezzi partono da 22.050 euro per Scenic Sport Edition Energy Tce 115 (da 23.550 per Gran Scenic) e possono arrivare ai 36.650 della top di gamma Scenic INITIALE PARIS Energy Tce 160 EDC (38.150 per Grand Scenic).