Primo contatto

Seat Ibiza 1.0 TGI a Metano, costi bassi per tanti km

Alimentata a metano l’Ibiza vanta di percorrenza bassissimi e una grande autonomia

di Francesco Neri -
COMFORT
La nuova Ibiza è spaziosa e gli ammortizzatori smorzano bene le asperità anche con i cerchi da 17”. Il motore tre cilindri frulla un po’, e si sente
PIACERE DI GUIDA
I comandi sono leggeri e lo sterzo è preciso e diretto. Tra le curve è davvero divertente, ma anche molto stabile. Il motore è appena sufficiente
COSTI
I prezzi partono da 16.050 euro. Rispetto alla versione a benzina con pari motore costa circa 1.250 euro in più, ma si spendono solo 3,5 euro per km, con il metano
CONSUMI
La Casa dichiara un consumo di 3 kg di metano per 100 km, e 5 l/100 km a benzina

Il motore 1.0 TGI a metano arriva anche per la – non più tanto – piccola Seat Ibiza. Si tratta di un tre cilindri turbo da 90 CV e 160 Nm di coppia, sufficiente a lanciare la Seat Ibiza da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi. Rispetto al 1.0 da 95 CV a benzina, perde qualcosa in termini di scatto e di ripresa (la versione a metano pesa di più), ma grazie al serbatoio di metano da 13 kg si spende davvero poco per macinare km.

COSA CAMBIA

Esteticamente la Seat Ibiza 1.0 TGI è identica alla versione a benzina; gli allestimenti sono gli stessi (Reference, Style, Xcellence e FR), mentre aumenta il peso (di quasi 120 kg) e diminuisce il bagagliaio (che passa da 355 a 262 litri). Un piccolo prezzo da pagare per avere costi di percorrenza davvero bassissimi. Un pieno di gas metano infatti costa circa 15 euro, e con questa cifra si percorrono più di 400 km, se poi si conta anche il serbatoio di benzina, l’autonomia totale diventa di 1155 km. Non male davvero. C’è un “ma”: la differenza di prezzo tra Seat Ibiza 1.0 TSI a benzina da 95 CV e la TGI 1.0 da 90 CV a metano, a parità di allestimento, è di 1.250 euro. Non pochi, quindi la scelta va fatta in base all’uso che volete farne. Se dovete fare pochi km, forse la 1.0 TSI a benzina è ancora la scelta migliore, se invece intendete macinarne parecchi, allora la TGI a metano è una validissima alternativa al diesel.

COME VA

La nuova Seat Ibiza l’abbiamo già provata in molte salse, e ogni volta ne abbiamo elogiato le doti di guida. Il merito va al nuovo pianale MQB A0, lo stesso delle nuova Polo, che non solo offre maggior spazio e un’ottima abitabilità, ma anche una migliore dinamica di guida. Tra le curve è un’auto divertente, precisa e stabile. Ha le spallette larghe e lo sterzo preciso, ma allo stesso tempo è morbida e rilassata. La frizione è soffice come una piuma e il cambio è morbido. E il motore? Il 1.0 tre cilindri turbo, brillante nella versione TSI da 95 CV, soffre un po’ nella versione a metano TGI. Non tanto per quei 5 CV in meno, che quasi non si sentono, ma per i 120 kg extra dell’impianto a metano che l’auto si porta sul groppone. È come avere un adulto e mezzo (abbondante) come passeggero, e si sente. La ripresa ai bassi regimi lascia un po’ a desiderare, e spesso sarete costretti a scalare una marcia per cercare lo spunto. C’è di buono che il 1.0 TGI è lineare e progressivo, vibra un po’ (come ogni tre cilindri), ma è un buon motore. Il vero punto forte è il suo consumo, o, meglio, il prezzo del suo carburante. Il gas metano è del 55% più conveniente della benzina e del 33% in più del gasolio, il che significa che con 3,5 euro si percorrono 100 km.

PREZZI

La Seat Ibiza 1.0 TGI 90 CV ha un prezzo di listino di 16.050 nell’allestimento Reference, che diventano 17.750 euro nellallestimento Style.