Prova su Strada

DS7 Crossback 2.0 Blue HDi 177 CV EAT8 Performance Line

La DS7 brilla per comfort e finiture. I contenuti sono di alto livello e il prezzo è alto, ma la svalutazione è pericolosa

di Francesco Neri -

pagella

CITTÀ
8
/10
FUORI CITTÀ
7
/10
AUTOSTRADA
8
/10
VITA A BORDO
8
/10
PREZZO E COSTI
7
/10
SICUREZZA
8
/10
verdetto
7.6
/10

La DS7 Crossback è la DS migliore dell’ultimo decennio. È comodissima, colma di tecnologia e si guida con due dita, ma non è economica. Il motore diesel da 177 CV è ricco di coppia ma ha poco allungo, mentre il cambio EAT8 è sempre dolce e rapido. La versione Performance Line poi è opulenta: pelle Nappa, Alcantara, dettagli ricercati. Il design risulta a tratti anche un po’ “kitch”, ma senza dubbio è personale e curato. Buoni i consumi (la media reale è di 15-16 km/l)

La DS7 Crossback non è solo la prima SUV è la prima DS “pura” della Casa francese, ma anche la prima auto del brand che punta a infastidire le tedesche del segmento.
È una guerra difficile per chiunque, ma in questo caso la strategia dei francesi si basa su armi diverse. Perché la DS7 Crossback è, di fatto, un’auto diversa. Da fuori è pulita ma imponente: poco DS, forse, nella sagoma, ma molto nei dettagli. I fari posteriori sono disegnati da una costellazione di rombi, forma geometrica che troviamo a profusione su tutta la macchina, e la calandra frontale imponente e verticale la rende elegante ma aggressiva.

La versione della nostra prova è la 2.0 diesel da 177 CV con il cambio automatico a 8 rapporti EAT8 e con la trazione anteriore (la 4×4 arriverà nel 2019 con la versione ibrida).

Richiedi un preventivo e una prova su strada

8
/10

CITTÀ

La DS7 Crossback in città è agile e scattante: il raggio di sterzo è incredibilmente ridotto (si fa manovra in poco spazio) e il 2.0 diesel BlueHDI è elastico e tira bene fin dai bassi regimi. Lo sterzo è leggerissimo (molto ispirato a quello Audi) e il cambio automatico EAT8 è dolce ma non fulmineo.
Ma dove la DS7 fa la differenza è nel comfort. L’assetto di derivazione Citroën è evidente, ma il vero plus è il sistema che legge le imperfezioni dell’asfalto (dossi, tombini, buche) e adatta la rigidità delle sospensioni preventivamente. Digerisce così bene le asperità che viene voglia di prendere i dossi a velocità sempre più alta solo per vedere come si comporterà.

7
/10

FUORI CITTÀ

La DS7 Crossback è agile, stabile e ben piantata. Lo sterzo leggero maschera il peso (che comunque non è elevato per le sue dimensioni) e il motore spinge con grinta e sventola bandiera bianca solo dopo i 4.000 giri. Non è tra le SUV più incisive tra le curve, ma considerando l’assetto molto votato al comfort (quando accelerate s’impenna, tanto è marcato il beccheggio) si guida davvero bene.
Buoni anche i consumi: nel misto siamo riusciti a tenere una media di 16 km con un litro.

8
/10

AUTOSTRADA

La DS7 Crossback è anche un grande viaggiatrice: la seduta è comoda e l’ottava marcia tiene basso il regime di giri e contiene i consumi. Cruise control adattivo e sistema di mantenimento della corsia – con sterzata attiva – aiutano poi a rendere i viaggi meno stressanti. Ci sono anche il sistema di frenata automatica d’emergenza e il sistema di lettura della segnaletica stradale.

8
/10

VITA A BORDO

Lo stile di DS5 e DS4 nella DS7 Crossback si è evoluto, è mutato, e ha raggiunto livelli di finiture e assemblaggi davvero alto, soprattutto nella nostra versione Performance Line, dove l’abbondanza di Alcantara e pelle le conferiscono un aspetto molto costoso. Non è un design fine, anzi, ma è ricco di dettagli interessanti e decisamente francesi. Lo schermo da 12” del sistema d’infotainment sembra quello di un cinema, mentre i tasti “a pianoforte” touch aiutano nel selezionare velocemente le funzioni desiderate. Certo Non tutti i tasti sono comodi da raggiungere (o facili da capire): più volte mi sono trovato a cercare pulsanti in giro per l’abitacolo, ma prima o poi si imparano anche quelli. Comoda anche la strumentazione digitale personalizzabile, anche se è un po’ “pasticciata” nella grafica, ma si tratta più di gusto personale.
Capitolo spazio: la DS7 Crossback dietro è comoda anche per due adulti, mentre i bagagliaio da 555 litri è capiente e bello “quadrato”.

7
/10

PREZZO E COSTI

La DS7 Crossback ha grandi ambizioni e vanta congegni tecnologici all’altezza delle migliori concorrenti Made in Germany. Il prezzo però non è da saldi: la versione 177 CV Business costa 38.950 euro mentre la Grand Chic parte da 40.950 euro. L’equipaggiamento di serie (per tutte le versioni) include anche il sistema di monitoraggio della corsia, il sistema di lettura dei cartelli stradali, il cruise control e i sensori di parcheggio posteriori.

8
/10

SICUREZZA

La DS7 Crossback vanta il meglio della tecnologia disponibile per quanto riguarda la sicurezza attiva e passiva.

SCHEDA TECNICA

DIMENSIONI

Lunghezza457 cm
Larghezza190 cm
Altezza162 cm
Bagagliaio555-1752 litri
Peso1610 kg

TECNICA

Motore4 cilindri in linea
Cilindrata1997 cc
Potenza180 CV a 3750 giri/min
Coppia400 Nm a 2000 giri/min
Trasmissione8 marca automatica, trazione anteriore

PRESTAZIONI

0-100 km/h9,4 secondi
Velocità massima215 km/h
Consumi4.9 l/100km
Emissioni128 g CO2
Prezzo 38.950 euro