Auto China 2018

BMW M2 Competition

La versione più potente della piccola sportiva bavarese debutterà al Salone di Pechino 2018

BMW ha svelato la versione più radicale della gamma M2, la Competition. Si tratta della nuova versione migliorata della più piccola sportiva di Monaco che debutterà in anteprima mondiale al Salone di Pechino 2018 (25 aprile – 4 maggio) e inizierà ad arrivare ai primi clienti già a settembre prossimo.

Dopo il restyling alla Serie 2 Coupé, la firma bavarese propone una versione ancora più radicale della M2 che eredita soluzioni dalla sorella maggiore M4 e diventa ancora più aggressiva esteticamente.

Le novità di design coinvolgono soprattutto la parte frontale, con una nuova griglia attiva che varia l’apertura a seconda delle esigenze di raffreddamento del motore. Al posteriore il diffusore aerodinamico, verniciato in nero, si arricchisce con nuove rifiniture e come optional viene proposto il sistema di scarico in carbonio.

I cerchi in alluminio forgiato sono da 19 pollici di diametro con pinze argentate da 4 pistoncini all’anteriore e due al posteriore di serie, o da 6 pistoncini all’anteriore e quattro al posteriore con dischi perforati in optional. Per la Carrozzeria della nuova M2 Competition BMW proporrà due nuove colorazioni: Arancione Sunset e Grigio Hockenheim metallizzato, entrambe le tinte a contrasto con gli interni in blu o arancione e con i sedili tappezzati in pelle nera perforata.

Con un ulteriore sovrapprezzo vengono inoltre proposti i sedili sportivi. Rispetto alla M2 convenzionale, la Competiotn pesa 55 kg in più ai quali vanno aggiunti altri 25 kg nel caso della configurazione con cambio automatico.

Nonostante ciò BMW assicura che il feeling al volante è stato migliorato grazie all’anteriore più rigido, allo sterzo più preciso e a un nuovo software per il differenziale posteriore attivo M, per il controllo della trazione e della stabilità. Sotto il cofano la BMW M2 Competition monta una versione modificata del sei cilindri in linea delle sorelle maggiori M4 e M3, che in questo caso eroga 410 CV di potenza e 550 Nm di coppia.

Rispetto alle prestazioni, infine, BMW dichiara uno sprint da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi e una velocità massima di 250 km/h limitata elettronicamente o di 280 km/h con il pacchetto M Driver’s.

Foto

BMW M2

La più piccola delle "M" bavaresi