Parigi 2018: le foto dagli stand

Tutte le supercar del Salone di Parigi 2018

Ferrari porta a Parigi tre bolidi. Ma ci sono anche le Alpine, una BMW, le Lamborghini e la Divo

Quello che sta per entrare nel vivo sarà un Salone di Parigi 2018 dove a dominare sono soprattutto i prototipi e le auto elettrificate, concept o auto “finite” che siano. Ma non sono mancate, come non potevano mancare in un salone delle auto che si rispetti, le supercar: quelle vetture che fanno ancora battere forte il cuore a tutti gli appassionati della velocità e dell’adrenalina. Andiamo a vedere insieme quali sono state, in tal senso, le vetture esposte dai rispettivi marchi.

Le tre supercar Ferrari

Non potevamo che cominciare dalle tre supercar che Ferrari ha portato alla kermesse parigina. Le Ferrari Monza SP1 e SP2 sono due barchette – una monoposto, l’altra biposto – derivate dalla 812 Superfast e con un design ispirato a quello delle vetture Sport del Cavallino degli anni ’50. Uno stile retrò per due supercar destinate a clienti che cercano il massimo dell’esclusività e delle prestazioni: il motore è lo stesso 6.5 V12 della 812 Superfast ma è più potente (810 CV anziché 800) e consente alle sportive di Maranello di superare i 300 km/h di velocità massima, di accelerare da 0 a 100 chilometri in 2,9 secondi e di impiegare solo 7,9 secondi per passare da 0 a 200 km/h. La Ferrari 488 Pista Spider ha invece debuttato ufficialmente a Pebble Beach ma è presente anche nello stand di Maranello qui a Parigi 2018. La Rossa scoperta più cattiva di sempre (rapporto peso/potenza di 1,92 kg) monta un motore 3.9 V8 biturbo portato a 720 CV e nuovi cerchi diamantati a stella appositamente disegnati per questo modello.

Lamborghini Aventador SVJ

Lamborghini espone a Parigi tutte le supercar della gamma, compresa la nuova Aventador SVJ, svelata poche settimane fa a Pebble Beach. Ha già fatto segnare un record al Nurburgring, grazie al V12 capace di erogare una potenza di 770 CV a 8.500 giri/min e 720 Nm a 6.750 giri/min. Vanta un peso a secco di 1.525 kg che rende possibile un rapporto peso-potenza di 1,98 kg/CV, ed è in grado di superare i 350 km/h e di coprire lo 0 a 100 km/h in 2,8 secondi. Adotta soluzioni aerodinamiche all’avanguardia (vedi il sistema ALA 2.0), sospensioni magnetoreologiche LMS, ruote posteriori sterzanti e un pacchetto tecnologico ai vertici della categoria.

Alpine: la gamma A110

Il marchio Alpine è presente a Parigi per la prima volta con la gamma A110 al completo: A110 Pure, A110 Legende e A110 GT4. Montano tutte un motore quattro cilindri turbo di 1.8 litri capace di sviluppare 252 CV di potenza e 320 Nm di coppia massima, abbinato alla trazione posteriore e al cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti. Ma sulla GT4, versione da corsa dotata di un pacchetto tecnico , le performance sono decisamente più importanti. La Pure e la Legende si differenziano invece per i dettagli: più minimalista la prima, più sofisticata la seconda.

BMW Serie 8

Completiamo la nostra rassegna sulle supercar di Parigi 2018 con la nuova Serie 8. Che giunta alla seconda generazione rappresenta il ritorno della supercar di Monaco sul mercato 19 anni dopo l’addio alle scene dell’antenata. Lunga 4,84 metri e disponibile per il momento solo a trazione integrale, ha una gamma motori composta da due unità sovralimentate: un 4.4 V8 a benzina da 530 CV e un 3.0 diesel a sei cilindri in linea da 320 CV. I prezzi? 104.700 euro per quella a gasolio e 130.100 euro per la otto cilindri.

Bugatti Divo

Si tratta di una versione speciale della Chiron, pensata per offrire ancora di più dal punto di vista delle performance. È infatti più leggera di 35 kg rispetto alla Chiron ed è dotata di un propulsore W16 quadriturbo capace di erogare una potenza di 1.500 CV con la velocità massima autolimitata a 380 km/h e con valori di accelerazione laterale di 1,6 g. Sarà realizzata in 40 esemplari (già tutti prenotati al costo di 5 milioni di euro cadauno) a partire dal 2019, con le prime consegne previste nel 2020.