Nuova Volkswagen Polo, ora fa la grande

Una Polo sempre più Golf, nello spazio, nella tecnologia, ma anche nel prezzo

di Francesco Neri -
COMFORT
L’abitacolo è spazioso e molto ben insonorizzato. Con i cerchi da 17” le buche si sentono, meglio i 15”.
PIACERE DI GUIDA
IL 1.0 TSI è una vera sorpresa: è ricco di coppia e allunga bene, vibrazioni ridotte al minimo.
COSTI
La nuova Volkswagen Polo non costa poco, ma è maturata e cresciuta molto. Tanto spazio e tanta tecnologia giustificano (in parte) il prezzo.
CONSUMI
Volkswagen dichiara un consumo di 4,5 l/100 km, ma anche se fossero 5,5 reali sarebbe un gran risultato.

La Volkswagen Polo è un’auto che piace. Compie bene ogni suo dovere, ha un design che incontra il gusto di (quasi) tutti e infonde sicurezza. Con 14 milioni di unità vendute, d’altronde, il successo parla per lei. La passata generazione con il suo look da “baby Golf” ha colpito ancor più nel segno (è la generazione che ha venduto di più), quindi viene da chiedersi: quanto è migliorata la nuova Polo?
La somiglianza con la sorella maggiore c’è sempre, ma ora è meno evidente. I designer sono riusciti a darle quella giusta “cubatura” rendendola riconoscibile ad istinto. Sembra più schiacciata, più tirata. Più aggressiva nel complesso. Non si tratta di un semplice restyling, ma di un’auto tutta nuova basata sulla piattaforma MQB A0 che farà da base per le future segmento B del Gruppo.

La nuova Volkswagen Polo è l’unica della sua categoria ad avere la strumentazione interamente digitale, configurabile a piacimento, comoda e bella da vedere. Grazie alle nuove colorazioni e alle svariate personalizzazioni, poi, ci si può cucire la propria auto su misura.

Per quanto riguarda i motori, la potenza va dai 65 CV del 1.0 MBI ai 200 CV della versione GTi.
Noi abbiamo provato la Volkswagen Polo 1.0 TSI 95 CV Highline.

SI STA PIÙ COMODI

Le dimensioni cambiano poco ma lo spazio interno cresce molto. Il nuovo pianale MQB A0 (lo stesso della cugina Seat Ibiza) è più leggero e offre una miglior abitabilità. Tutte buone notizie. La lunghezza cresce di 8 cm (per un totale di 4,05 metri), ma il passo cresce di 9 cm (grazie agli sbalzi ridottissimi); questo permette ai passeggeri di stare più comodi, soprattutto quelli posteriori, e fa crescere il bagagliaio di  71 litri, arrivando a quota 351 l.

COM’È DENTRO

Gli interni della nuova Volkswagen Polo sono probabilmente i migliori della categoria. Il design è semplice, pulito e molto moderno. Molto tedesco. Volendo si può anche osare con un po’ di colore (tipo il rosso metallizzato nella parte alta della plancia), che ringiovanisce un po’ l’ambiente. Lo schermo da 8” è integrato con cura e l’utilizzo di plastiche morbide e dure è impeccabile. Si ha davvero una sensazione di qualità maggiore, tanto da sembrare una segmento C. Sulla versione Highline di serie troviamo anche l’Active Info Display, la nuova strumentazione digitale che ormai sta diventando un firma distintiva del Gruppo.

IMPRESSIONI DI GUIDA

Su strada la nuova Volkswagen Polo appare più piazzata a terra, probabilmente perché lo è. Sembra più grande, più “macchina”, ma allo stesso tempo anche più agile e leggera. I comandi hanno la solita apprezzabile leggerezza Volkswagen: sterzo che si muove con due dita, cambiate burrose e frizione che affatica poco. Di serie sulla 1.o TSI 95 CV troviamo un cambio manuale a 5 marce, ma è quasi superfluo dire che va molto meglio il cambio automatico DSG a 7 rapporti. Il DSG non solo è dolce e rapido, ma sale di marcia il prima possibile, aiutando a diminuire i consumi. Tra le curve la Polo è più stabile che aggressiva, ma senza rollare come un incrociatore. Insomma la Volkswagen Polo è ancora più bilanciata e piacevole da guidare, e infonde quel senso di sicurezza che tanto piace ai fan della Casa tedesca.

MOTORIZZAZIONI E ALLESTIMENTI

La nuova Volkswagen Polo per ora è disponibile con le motorizzazioni benzina 1.0 MBI da 65 CV e 75 CV, e 1.0 turbo TSI da 95 CV e 115 CV (quest’ultimo arriverà più in la). In arrivo anche il diesel 1.6 TDI con 80 CV e 95 CV di potenza, insieme al 1.0 TGI a metano da 90 CV.
Arriverà anche la versione GTI con un motore 2.0 turbo da 200 CV.

Tre gli allestimenti: Trendline, Comfortline e Highline. La Trendline di serie vanta i fari a LED diurni e il sistema di frenata d’emergenza, oltre al multi collision system e al blind spot detection. Mancano però i cerchi in lega (ci sono quelli in latta da 15”) e il clima. Si può rimediare con il Teck Pack (1.000 euro) che aggiunge il climatizzatore manuale, schermo da 6,5 con bluetooth e comandi al volante multifunzione. La versione “giusta” è la Comfortline, che offre quello che serve e qualcosa di più: clima manuale, cerchi in lega da 15”, display multifunzione da 8”, ricarica con induzione per lo smartphone, Radio Composition con USB e Blutooth e volante multifunzione.

Infine c’è l’allestimento Highline, che aggiunge cerchi da 16”, pacchetto R-Line esterno, sedili sportivi, volante in pelle multifunzione, illuminazione ambiente, strumentazione completamente digitale e fari fendinebbia con funzione svolta cornering.

PREZZI

La nuova Volkswagen Polo ha un prezzo di partenza di 13.600 euro nella versione 1.0 MPI 65 CV Trendline, fino ad arrivare ai 21.250 euro per la versione 1.0 TSI 115 CV DSG Highline.
Una versione intermedia, come la 1.0 TSI 95 CV Comfortline, costa 17.100 euro; 18.600 euro se vuole il cambio DSG.