Sport

24 Ore di Le Mans 2018: gli orari TV su Eurosport

Il programma e gli orari TV su Eurosport della 24 Ore di Le Mans 2018

La 24 Ore di Le Mans 2018 – 86° edizione della gara endurance più famosa del mondo nonché seconda tappa del WEC 2018/2019 – sarà trasmessa in diretta su Eurosport (di seguito troverete gli orari TV) sabato 16 e domenica 17 giugno.

Quest’anno Toyota sarà l’unica Casa ufficiale al via nella classe regina LMP1 e cercherà di conquistare con la TS050 Hybrid il primo successo di sempre nella corsa francese.

La 24 Ore di Le Mans prenderà il via ufficialmente domani con le prove libere e le prime qualifiche mentre giovedì toccherà agli altri due turni di qualifica. Sabato, dopo il warm up, il via alla gara. Di seguito troverete il programma, i dettagli della pista, l’analisi delle categorie e i piloti da seguire nella seconda prova del WEC 2018/2019. Senza dimenticare gli orari TV su Eurosport.

24 Ore di Le Mans 2018: la pista

Il Circuit de la Sarthe – sede della 24 Ore di Le Mans 2018 – è un tracciato lungo 13,626 km contraddistinto da molti tratti veloci. Le zone più interessanti sono il rettilineo Hunaudières e le curve Mulsanne e Arnage.

24 Ore di Le Mans 2018: le categorie

LMP1

La LMP1 – la classe più importante della 24 Ore di Le Mans 2018 – vede al via prototipi con cilindrata libera (non più di 5,5 litri per i modelli non ibridi) e con un peso minimo di 878 kg (833).

La Toyota – l’unica Casa ufficiale al via di questa edizione – è la favorita assoluta e cercherà di trionfare per la prima volta sulla Sarthe dopo tanti tentativi andati a vuoto. Due gli equipaggi della Casa giapponese: uno formato dallo spagnolo Fernando Alonso, dallo svizzero Sébastien Buemi e dal nipponico Kazuki Nakajima e l’altro composto dal britannico Mike Conway, dal giapponese Kamui Kobayashi e dall’argentino José María López. Possibile podio per la Rebellion, terza a Spa-Francorchamps con lo svizzero Mathias Beche, il francese Thomas Laurent e lo statunitense Gustavo Menezes.

LMP2

La categoria LMP2 comprende prototipi che (motore escluso) non devono costare più di 483.000 euro. Il propulsore è uguale per tutti – un 4.2 V8 Gibson da 600 CV – e il peso minimo è di 930 kg.

Le Oreca 07 del team Jackie Chan DC Racing (già seconde e terze assolute a sorpresa lo scorso anno) potrebbero conquistare il podio di classe: l’equipaggio composto dal francese Gabriel Aubry, dal monegasco Stéphane Richelmi e dal cinese Ho-Pin Tung dovrebbe trionfare ma non va sottovalutato il trio malese composto da Jazeman Jaafar, Nabil Jeffri e Weiron Tan. La sorpresa potrebbe invece arrivare dalla Alpine guidata dai due francesi Nicolas Lapierre e Pierre Thiriet e dal brasiliano André Negrão.

LMGTE Pro

Nella classe LMGTE Pro della 24 Ore di Le Mans 2018 partecipano sportive a due o a quattro posti regolarmente in vendita dotate di un motore dalla cilindrata massima di 5,5 litri (4 litri se sovralimentato).

In questa categoria dovremmo assistere ad un “triello” tra la Ford GT guidata dallo statunitense Billy Johnson, dal tedesco Stefan Mücke e dal francese Olivier Pla, la Porsche 911 RSR dell’equipaggio composto dal danese Michael Christensen, dal transalpino Kevin Estre e dal belga Laurens Vanthoor e la Ferrari 488 GTE Evo del team AF Corse guidata dal britannico Sam Bird, dallo spagnolo Miguel Molina e dal nostro Davide Rigon.

LMGTE Am

Nella categoria LMGTE Am della 24 Ore di Le Mans 2018 – rivolta ai gentleman driver – possono partecipare le stesse vetture che prendono parte alla LMGTE Pro ma l’equipaggio deve comprendere un solo pilota professionista.

Le Aston Martin Vantage GTE – sia quella uffciale guidata dal canadese Paul Dalla Lana, dal portoghese Pedro Lamy e dall’austriaco Mathias Lauda che quella del team TF Sport (equipaggio formato dall’irlandese Charlie Eastwood, dal britannico Euan Hankey e dal turco Salih Yoluç) – sono le favorite per il successo finale ma non va sottovalutata la Ferrari 488 GTE del team Clearwater Racing, terza a Spa con l’irlandese Matt Griffin, il malese Weng Sun Mok e il giapponese Keita Sawa.

24 Ore di Le Mans 2018: gli equipaggi da seguire

LMP1

1 Rebellion R13-Gibson (Rebellion) – Neel Jani (SWI), André Lotterer (GER), Bruno Senna (BRA)
3 Rebellion R13-Gibson (Rebellion) – Mathias Beche (SWI), Thomas Laurent (FRA), Gustavo Menezes (USA)
7 Toyota TS050 Hybrid (Toyota) – Mike Conway (GBR), Kamui Kobayashi (JPN), José María López (ARG)
8 Toyota TS050 Hybrid (Toyota) – Fernando Alonso (SPA), Sébastien Buemi (SWI), Kazuki Nakajima (JPN)
11 BR Engineering BR1-AER (SMP) – Mikhail Aleshin (RUS), Jenson Button (GBR), Vitaly Petrov (RUS)
17 BR Engineering BR1-AER (SMP) – Matevos Isaakyan (RUS), Egor Orudzhev (RUS), Stéphane Sarrazin (FRA)

LMP2

22 Ligier JS P217 (United) – Filipe Albuquerque (POR), Paul di Resta (GBR), Phil Hanson (GBR)
23 Ligier JS P217 (Panis) – Thimothé Buret (FRA), Julien Canal (FRA), Will Stevens (GBR)
26 Oreca 07 (G-Drive) – Andrea Pizzitola (FRA), Roman Rusinov (RUS), Jean-Éric Vergne (FRA)
29 Dallara P217 (Racing Team Nederland) – Jan Lammers (HOL), Giedo van der Garde (HOL), Frits van Eerd (HOL)
31 Oreca 07 (DragonSpeed) – Nathanaël Berton (FRA), Roberto González (MEX), Pastor Maldonado (VEN)
32 Ligier JS P217 (United) – Hugo de Sadeleer (SWI), Juan Pablo Montoya (COL), Will Owen (USA)
36 Alpine A470 (Signatech) – Nicolas Lapierre (FRA), André Negrão (BRA), Pierre Thiriet (FRA)
37 Oreca 07 (Jackie Chan) – Jazeman Jaafar (MAL), Nabil Jeffri (MAL), Weiron Tan (MAL)
38 Oreca 07 (Jackie Chan) – Gabriel Aubry (FRA), Stéphane Richelmi (MCO), Ho-Pin Tung (CHN)
44 Ligier JS P217 (Eurasia) – Andrea Bertolini (ITA), Niclas Jönsson (SWE), Tracy Krohn (USA)
47 Dallara P217 (Cetilar) – Roberto Lacorte (ITA), Felipe Nasr (BRA), Giorgio Sernagiotto (ITA)

LMGTE Pro

51 Ferrari 488 GTE Evo (AF Corse) – James Calado (GBR), Alessandro Pier Guidi (ITA); Daniel Serra (BRA)
52 Ferrari 488 GTE Evo (AF Corse) – Pipo Derani (BRA), Antonio Giovinazzi (ITA), Toni Vilander (FIN)
63 Chevrolet Corvette C7.R (Corvette) – Antonio García (SPA), Jan Magnussen (DAN), Mike Rockenfeller (GER)
66 Ford GT (Ford) – Billy Johnson (USA), Stefan Mücke (GER), Olivier Pla (FRA)
68 Ford GT (Ford) – Sébastien Bourdais (FRA), Joey Hand (USA), Dirk Müller (GER)
71 Ferrari 488 GTE Evo (AF Corse) – Sam Bird (GBR), Miguel Molina (SPA), Davide Rigon (ITA)
91 Porsche 911 RSR (Porsche) – Gianmaria Bruni (ITA), Richard Lietz (AUT), Frédéric Makowiecki (FRA)
92 Porsche 911 RSR (Porsche) – Michael Christensen (DAN), Kevin Estre (FRA), Laurens Vanthoor (BEL)

LMGTE Am

54 Ferrari 488 GTE (Spirit of Race) – Francesco Castellacci (ITA), Giancarlo Fisichella (ITA), Thomas Flöhr (SWI)
61 Ferrari 488 GTE (Clearwater) – Matt Griffin (IRL), Weng Sun Mok (MAL), Keita Sawa (JPN)
70 Ferrari 488 GTE (MR) – Olivier Beretta (MCO), Eddie Cheever III (ITA), Motoaki Ishikawa (JPN)
80 Porsche 911 RSR (Ebimotors) – Fabio Babini (ITA), Erik Maris (FRA), Christina Nielsen (DAN)
88 Porsche 911 RSR (Dempsey-Proton) – Khaled Al Qubaisi (UAE), Matteo Cairoli (ITA), Giorgio Roda (ITA)
90 Aston Martin Vantage GTE (TF) – Charlie Eastwood (IRL), Euan Hankey (GBR), Salih Yoluç (TUR)
98 Aston Martin Vantage GTE (Aston Martin) – Paul Dalla Lana (CAN), Pedro Lamy (POR), Mathias Lauda (AUT)

24 Ore di Le Mans 2018: il programma e gli orari TV

Mercoledì 13 giugno 2018

16:00-20:00 Prove libere 1 (diretta TV su Eurosport 1)
22:00-00:00 Qualifiche 1 (diretta TV su Eurosport 1)

Giovedì 14 giugno 2018

19:00-21:00 Qualifiche 2 (diretta TV su Eurosport 1)
22:00-00:00 Qualifiche 3 (diretta TV su Eurosport 1)

Sabato 16 giugno 2018

09:00-09:45 Warm-up (diretta TV su Eurosport 1)
15:00-00:00 Gara (diretta TV su Eurosport 1)

Domenica 17 giugno 2018

00:00-15:00 Gara (diretta TV su Eurosport 1)