Formula 1

Mondiale F1 2014 – GP Australia: gli orari TV

Vettel sembra sfavorito ma i bookmaker lo tengono ancora in grande considerazione

di Marco Coletto -

Domani, in concomitanza con le prime prove libere del GP d’Australia, si aprirà ufficialmente il Mondiale F1 2014. I numerosi cambiamenti apportati al regolamento hanno rivoluzionato le monoposto rendendole anche più inaffidabili e per questo motivo è davvero difficile ipotizzare un pronostico su questa gara.

Secondo i test invernali la favorita assoluta è la Mercedes, seguita dalle altre vetture dotate del motore della Stella (Force India, McLaren e Williams, in rigoroso ordine alfabetico) e dalla Ferrari. I campioni in carica della Red Bull sembrano in crisi ma i bookmakers non si fidano visto che continuano a mantenere quote relativamente basse sull’iridato Sebastian Vettel.

GP Australia: cosa aspettarsi

Il GP d’Australia si disputa sul circuito di Albert Park a Melbourne. Il tracciato, non molto veloce e contraddistinto da brusche frenate, premia le F1 più curate dal punto di vista aerodinamico e quelle con una migliore tenuta di strada.

Gli pneumatici – particolarmente sollecitati – saranno cambiati spesso (si parla di tre pit-stop) e, a nostro avviso, assisteremo a numerosi ingressi della safety-car per neutralizzare una corsa che, probabilmente, vedrà molti incidenti (le monoposto di quest’anno sono più complicate da guidare) e guasti. Da non sottovalutare, inoltre, la pioggia prevista per domenica: si tratterebbe del primo GP bagnato da Brasile 2012. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio con gli orari TV su Sky e sulla Rai mentre più avanti sarà la volta del nostro pronostico sulla gara dell’Australia.

F1 2014, Melbourne, il calendario e gli orari in TV

Venerdì 14 marzo 2014

02:30-04:00 Prove libere 1 (diretta Sky)
06:30-08:00 Prove libere 2 (diretta Sky)

Sabato 15 marzo 2014

04:00-05:00 Prove libere 3 (diretta Sky)
07:00  Qualifiche (diretta Sky, differita su Rai Due alle 14:00)

Domenica 16 marzo 2014

07:00 Gara (diretta Sky Sport F1, differita su Rai Uno alle 14:00)

I numeri del GP d’Australia 2014

LUNGHEZZA CIRCUITO: 5,303 km
GIRI: 58
RECORD IN PROVA: Sebastian Vettel (Red Bull RB6) – 1’23″529 – 2011
RECORD IN GARA: Michael Schumacher (Ferrari F2004) – 1’24″125 – 2004
RECORD DISTANZA: Giancarlo Fisichella (Renault R26) – 1h24’15″757 – 2004

GP Australia 2014: il nostro pronostico

1° Sebastian Vettel (Red Bull)

Mai sottovalutare Sebastian Vettel, neanche quando (come in questo caso) guida una monoposto che sembra ben lontana da quella vincente degli ultimi quattro anni.

Il campione del mondo in carica – che a Melbourne in questo decennio ha ottenuto tre pole position e tre podi (comprensivi di una vittoria) non è soddisfatto di come stanno andando le cose ma può approfittare di una corsa che vedrà ben poche vetture tagliare il traguardo per dimostrare al mondo di essere un fenomeno anche senza un mezzo veloce.

2° Fernando Alonso (Ferrari)

La Ferrari di Fernando Alonso (un successo in Australia nel lontano 2006) si è rivelata abbastanza affidabile ma meno veloce delle monoposto motorizzate Mercedes: considerando lo stato di forma dei rivali pare che a Melbourne basterà portare la vettura al traguardo per ottenere risultati importanti.

Il pilota spagnolo, a nostro avviso, se la caverà meglio del compagno Räikkönen nel corso della stagione e approfitterà delle prime gare dell’anno per guadagnarsi il ruolo di prima guida del Cavallino.

3° Jenson Button (McLaren)

Jenson Button ama l’Australia (tre vittorie e una pole position nelle ultime cinque edizioni) e la pioggia (cinque successi “bagnati” in carriera, tra i driver in attività solo Hamilton lo eguaglia): immaginate cosa potrebbe accadere se dovesse davvero arrivare un acquazzone a Melbourne.

La sua McLaren si è rivelata estremamente veloce nei test ma anche parecchio soggetta a guasti: si spera che in questi ultimi giorni i tecnici della scuderia britannica siano riusciti a rendere la vettura più solida.

Da tenere d’occhio: Lewis Hamilton (Mercedes)

Gli addetti ai lavori considerano Lewis Hamilton il favorito numero 1 per il Mondiale 2014 e anche secondo noi ha buone possibilità di bissare il titolo conquistato nel 2008.

Una vittoria a Melbourne? Può darsi, anche se i due giri di distacco rifilati agli avversari di cui parla Horner della Red Bull ci paiono altamente improbabili. Il driver britannico è sicuramente destinato ad essere un protagonista di questa stagione ma non siamo certi che inizierà a brillare proprio questa domenica.

La squadra da seguire: Red Bull

C’è chi dice che la Red Bull sia un catorcio, c’è chi invece ritiene ancora (anche se dopo i test di Jerez questa ipotesi sembra sempre più lontana) che si stiano semplicemente nascondendo.

La verità è che la monoposto austriaca è malata: ha problemi di inaffidabilità e le prestazioni del motore Renault sono nettamente inferiori rispetto a quelle offerte dalle unità Mercedes e Ferrari. I lati positivi, però, non mancano: la velocità elevata in curva – dovuta alle soluzioni aerodinamiche progettate dal genio Adrian Newey – potrebbe regalare qualche sorpresa in caso di arrivo al traguardo. Staremo a vedere.