MotoGP

MotoGP 2018, Valentino Rossi torna nel suo tempio di Assen

È esattamente un anno che il dottore non vince in sella alla Yamaha. "Amo questa pista, ma non so cosa aspettarmi questo weekend"

46-valentino-rossi-ita_ds02258.gallery_full_top_lg

Il circus della MotoGp 2018 sbarca ad Assen per un appuntamento tanto atteso da piloti e appassionati. Non è infatti un caso che il circuito olandese sia soprannominato l’università della moto, così come non è un caso che Valentino Rossi proprio ad Assen abbia ottenuto risultati eccellenti nel corso della sua lunga carriera. Valentino qui ha vinto ben dieci volte, otto delle quali nella classe regina. L’ultimo successo per il pesarese è arrivato proprio lo scorso anno e chissà che domenica non possa terminare questo lungo “digiuno”.

Valentino secondo dietro Marquez

Valentino Rossi, intanto, “tomo tomo, cacchio cacchio” si ritrova all’ottavo appuntamento del calendario al secondo posto della classifica piloti con 27 punti di svantaggio rispetto a Marc Marquez, pur non avendo sulla carta la moto per potersi giocare il titolo (ed è in attesa di un importante upgrade elettronico che Yamaha dovrebbe portare sulla M1 a breve).

Sensazioni contrastanti, ma amo questa pista

“Arrivo ad Assen carico, è una pista che mi piace e ci ho vinto lo scorso anno. Chiaramente ho sensazioni un po’ contrastanti, un po’ perché è da tanto che non vinco e questo ci ricorda quanto abbiamo bisogno di migliorare le cose con il team, e un po’ perché mi ritroverò su un circuito che amo, è una pista fantastica. Posso dire che di solito siamo molto competitivi qui ad Assen, ma chiaramente bisogna sempre fare attenzione a valutare tutta una serie di cose. Dalle condizioni dell’asfalto, alla temperatura e non solo. Ogni GP può sempre riservare delle sorprese, non sappiamo mai cosa può accadere”, ha dichiarato Valentino.