MotoGP

MotoGP, Valentino Rossi a Sky: “Non capiamo cosa succede alla moto da un giorno all’altro”

Le parole del dottore dopo il disastro Yamaha nel GP di Misano

dsc_4147.gallery_full_top_fullscreen

È un Valentino Rossi piuttosto deluso quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport 24 per commentare una giornata disastrosa per la Yamaha, che non vince da ben 22 gare. “Difficile perché come succede spesso negli ultimi anni, iniziamo il campionato a un certo livello poi gli altri durante la stagione migliorano (Ducati e Honda in primis) e noi invece no. Quindi deve esserci qualcosa di sbagliato. Altra cosa che non ci spieghiamo è che ieri nelle Fp4 siamo andati forte sia io che Maverick, così come in qualifica. Invece da stamattina la moto è diventata difficile da guidare, da fermare in staccata. Abbiamo sofferto tanto. I primi giri abbiamo sofferto, è stata una gara difficile. È un momento tecnico difficile, dobbiamo rimboccarci le maniche anche se non è facile migliorare perché gli avversari hanno fatto uno step importante”.

Non capiamo cosa cambia da un giorno all’altro

“Non so cosa è cambiato da ieri a oggi. Stamattina c’erano 15 gradi in meno e invece di andare più forte abbiamo fatto fatica. Oggi pomeriggio erano 2 gradi più caldo rispetto a ieri, quindi non c’era una grande differenza, eppure la moto era troppo difficile da guidare. Non so cosa succede. Ci capita spesso che da un giorno all’altro cambiano le nostre prestazioni e non riusciamo a capire perché. Mi è dispiaciuto non riuscire a far una gara decente per tutta la gente che c’era. Peccato, peccato. Tre italiani hanno vinto, Dovi ha vinto con la ducati. Pecco sta andando fortissimo e anche Dalla porta ha vinto. È stata una grande Italia. Siamo mancati solo noi, insomma“, ha continuato Valentino.

Fenati ha fatto un brutto gesto, noi in VR46 non siamo riusciti a gestirlo

Poi chiude su Fenati: “Ha fatto un brutto gesto. So che gli hanno dato due gare di stop, penso sia giusto. In passato abbiamo puntato molto su di lui e non siamo riusciti a gestirlo”.