Superbike

Superbike 2014, doppio Sykes ad Aragon. Podio Melandri

Il pilota britannico domina e si porta in vetta. Melandri sfiora il colpaccio e finisce terzo

di Francesco Irace -

Dominio Kawasaki nel secondo round della Superbike 2014.

Ad Aragon doppietta di Tom Sykes, con il suo compagno di squadra Loris Baz secondo in entrambe le tornate.

Il terzo gradino del podio se lo dividono Rea e Melandri

Il ritorno di Tom

A Phillip Island aveva un po’ deluso. Ma il suo riscatto non si è fatto attendere. Ad Aragon Tom Sykes è tornato a martellare come solo lui sa fare, dominando dalla partenza al traguardo senza mai perdere la leadership, in entrambe le gare.

Manda un segnale forte al mondiale il pilota britannico, facendo bottino pieno e piazzandosi al primo posto della classifica piloti (a +4 sul compagno di squadra Baz).

“Era difficile scegliere la gomma giusta vista la temperatura – ha detto nel dopo gara ai microfoni di Mediaset –, la pista si è scaldata e le morbide hanno reso un po’ meglio della dura che ho scelto io. Però alla fine tutto ha funzionato bene e sono riuscito a restare davanti a tutti”.

Doppio secondo posto per Loris Baz, che sta confermando la sua crescita. “Gara bellissima, non sapevamo che gomma scegliere poi abbiamo provato con la morbida – ha dichiarato Baz –. Ho fatto abbastanza bene, alla fine sono riuscito a sorpassare Melandri e a tornare dietro Tom. Sono molto contento, è un circuito dove abbiamo sempre avuto molti problemi e c’è da essere contenti”.

Melandri, lo show e la vittoria sfiorata

Dopo aver deluso nella prima gara con un undicesimo posto, Marco Melandri ha entusiasmato tutti in gara 2. Ha rimontato un po’ alla volta fino alla seconda posizione, prima di offrire un grande spettacolo negli ultimi giri. Peccato solo per l’azzardo nel finale: Marco, spinto dalla voglia di vincere, ha provato un sorpasso impossibile su Sykes, ha tirato la frenata arrivando lungo e ha perso la seconda posizione. Per lui gradino più basso del podio, che è comunque un ottimo risultato.

“Ho fatto una gara difficile, sono stato sempre al gancio, mi manca l’ingresso di curva e con le gomme nuove faticavo tantissimo. Ho problemi a centro curva. Quando le gomme sono calate sono andato molto meglio.

Ci ho provato all’ultima frenata ma sapevo che sarei arrivato lungo. Non ho fatto i conti con Baz che mi ha fregato. Dobbiamo lavorare ancora tanto per recuperare il gap con la Kawasaki”.

Ducati più competitive

Il risultato finale non è di quelli da strapparsi i capelli, ma le Ducati di Davies e Giugliano hanno dimostrato di riuscire a girare davvero forte. In Gara 1 Giugliano ha sfiorato il podio (finendo ottavo a causa di un errore che l’ha portato al contatto con Rea), Davies ha conquistato un importante quarto posto.

In gara 2 il pilota romano è finito settimo, mentre Davies ha terminato la sua corsa nella ghiaia a causa di una scivolata. Niente di eclatante, dunque, ma segnali importanti che ben fanno sperare in vista delle prossime gare.

Classifica Piloti

1. T. SYKES KAWASAKI 75

2. L. BAZ KAWASAKI 71

3. S. GUINTOLI APRILIA 64

4. M. MELANDRI APRILIA 49

5. J. REA HONDA 48