Karl Benz
  • pubblicato il 13-02-2014

Karl Benz, l'inventore dell'automobile

di Marco Coletto

Storia dell'uomo che pensò di abbinare un motore ad un mezzo dotato di ruote

Karl Benz non è solo uno dei personaggi più importanti della storia dell’automobile: è l’uomo che ha inventato questo mezzo di trasporto. Alla fine del XIX secolo questo ingegnere tedesco ha avuto la brillante idea di abbinare un motore ad un veicolo dotato di ruote dando così origine ad un oggetto che ancora oggi fa parte della nostra vita quotidiana. Scopriamo insieme la sua storia.

Karl Benz: la biografia

Karl Benz nasce il 25 novembre 1844 a Mühlburg, ora un sobborgo di Karlsruhe (Germania). Perde il padre - macchinista ferroviario - a soli due anni a causa di un incidente e riesce a studiare grazie agli enormi sacrifici della madre Josephine.

Karl si rivela fin da subito un bambino prodigio: si iscrive al liceo a soli nove anni e nel 1860 entra nel Politecnico della sua città natale.

L’ingresso nel mondo del lavoro

Dopo aver terminato gli studi Karl Benz inizia a lavorare come apprendista nella Karlsruher Maschinenfabrik, ditta che lascia nel 1866 per trasferirsi a Mannheim, dove trova un impiego come progettista di bilance. Tre anni più tardi si sposta a Pforzheim, dove trova lavoro come direttore in un’azienda che progetta ponti. In quella stessa città conosce Bertha: nel 1870 lo aiuta finanziariamente a sviluppare la sua prima attiività in proprio e due anni più tardi lo sposa.

Il motore a gas

Nel 1877 la situazione economica della famiglia Benz non è delle migliori, soprattutto considerando che in casa ci sono tre figli da sfamare (che diventeranno quattro nel 1882 e cinque nel 1890). Karl si concentra quindi sulla progettazione di un motore a due tempi a gas: termina il lavoro nel 1879 e tre anni più tardi fonda - senza particolare successo - un’altra società. In compenso brevetta una serie di soluzioni che diventeranno di uso comune nel mondo dell’automobile: l’acceleratore, la candela di accensione, il carburatore e la frizione.

La creazione della Benz e dell’automobile

La svolta per Karl Benz arriva nel 1883 con la fondazione dell’azienda che porta il suo nome e con i primi lavori sul motore a quattro tempi, brevettato da Nikolaus August Otto ma liberato da ogni vincolo legale nel 1886 dopo un processo vinto da Gottlieb Daimler. Karl monta questo propulsore su un veicolo a tre ruote e crea così la Patent Motorwagen, la prima automobile della storia dotata di motore a scoppio.

La vettura inizia ad avere successo nel 1888 quando Bertha, all’insaputa del marito, carica i due figli più grandi in macchina e dimostra la solidità del mezzo percorrendo i circa 100 chilometri che separano Mannheim da Pforzheim.

Nuove vetture

Nell’ultimo decennio del XIX secolo Karl Benz progetta altre vetture: la Viktoria del 1893 e la Velo dell’anno successivo (il primo veicolo di “massa” della storia) permettono alla Casa tedesca di diventare il primo costruttore automobilistico del mondo.

Addio all’azienda

Il XX secolo si apre con la presentazione nel 1901, da parte dei rivali della Daimler, della più potente e moderna Mercedes 35PS. Karl non è interessato alla corsa alle prestazioni in quanto ritiene che l’automobile sia semplicemente un mezzo per spostarsi e dopo alcune divergenze con i soci lascia l’azienda da lui fondata (pur entrando a far parte del suo consiglio di amministrazione) e ricopre esclusivamente il ruolo di consulente.

La vecchiaia e la morte

Karl Benz crea nel 1906, senza successo, una nuova società per la produzione di automobili: la Benz Söhne e nel 1914 riceve la laurea honoris causa dal Politecnico di Karlsruhe dove aveva studiato diversi anni prima.

Karl muore il 4 aprile del 1929 a Ladenburg (Germania), tre anni dopo la fusione della Benz con la Daimler.

Karl Benz, l'inventore dell'automobile

L'opinione dei lettori